Due giorni di emozioni e natura nelle più selvagge terre di confine
Durata: 2 giorni
Partenze da: Parma
Esperienza eseguita in: Appennino Tosco-Emiliano

Autunno:
Un trekking di due giorni immersi negli splendidi colori autunnali dell'Appennino Parmense, incorniciato da pascoli di cavalli selvatici e panorami mozzafiato. Il percorso ci porterà a conoscere un angolo suggestivo del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, regno di volpi, lupi e rapaci notturni che ci culleranno durante la notte. Il rifugio di montagna che ci ospiterà è una deliziosa casetta di legno incastonata nei boschi sulle rive di un lago. Vi sembrerà quasi di essere inciampati in una fiaba: qui non ci sono strade di accesso, ogni cosa è trasportata nello zaino, non c'è elettricità e l'acqua viene raccolta dalla sorgente che sgorga tra tronchi di faggio. Incontreremo dimenticati cippi confinari, ghiaioni e morene glaciali per arrivare sulla cresta di crinale dove nelle giornate più limpide si gode di una vista sconfinata su tutta la Lunigiana fino al Mar Ligure. Un weekend carico di emozioni per perdersi nelle sensazioni della foresta e ritrovarsi in un legame con la natura perduto da tempo.

Primavera:
Un trekking di due giorni sull'Appennino Parmense tra le prime fioriture di primavera e pascoli di cavalli selvatici. Il percorso attraverserà uno degli angoli più suggestivi del Parco Regionale dei Cento Laghi, all'interno del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, per scoprire i laghi ormai estinti di origine glaciale e le distese di primule e crocus che colorano le ultime lingue di neve. Quattro laghi che riposano in conche incantate, questo è il regno dei tritoni, ma anche di volpi, lupi e rapaci notturni che ci culleranno durante la notte in un vero rifugio di montagna, una casetta di legno incastonata nei boschi sulla riva del lago. Sembra quasi di essere inciampati in una fiaba, ma le ottime pietanze preparate dal gestore ci riporteranno alla realtà; qui ogni cosa è trasportata con lo zaino, non vi sono strade di accesso, non c'è elettricità, e l'acqua deve essere raccolta dalla sorgente che sgorga tra tronchi di faggio non lontano dal rifugio. Si respira profumo di legno e di casa, ma già al mattino dovremo salutarlo per raggiungere la vetta. Incontreremo dimenticati cippi confinari, ghiaioni e morene glaciali per arrivare sulla cresta di crinale dove nelle giornate più limpide si gode di una vista sconfinata su tutta la Lunigiana fino al Golfo di La Spezia ed il Mar Ligure. Da qui scendendo attraverso boschi di antiche carbonaie torneremo alle sorgenti del Torrente Enza da cui parte l'omonima valle e seguendo l'andamento del canyon scavato dall'acqua ma mantenendoci in quota raggiungeremo Rigoso, il più alto borgo del Parmense dove godremo di un pranzo tipico a base di prodotti locali. Una tranquilla passeggiata digestiva sul sentiero che utilizzavano i bambini fino ai primi del '900 per andare a scuola nel paese vicino con visita alla Cappelletta di San Rocco e San Sebastiano da poco ristrutturata, protettori dei pellegrini e della peste, per ritornare al borgo a salutarci dopo un bel sorso d'acqua di sorgente alla fontana dei Cortesi.

 

Programma:
Giorno 1
La nostra escursione avrà inizio a Rigoso, un antico borgo di confine tra Emilia e Toscana dove si intrecciano storie di cavalieri e contrabbandieri. Il cammino ci porterà sulle rive del Lago Squincio, uno dei 19 laghi del Parco, dove durante il pranzo non mancheranno attività di interpretazione ambientale per riscoprire il forte legame che ci unisce alla natura. Riprendiamo il cammino per raggiungere il Lago Paduli sul Passo del Lagastrello da cui nasce l'Enza, torrente che divide le province di Parma e Reggio Emilia. Raggiunto il Rifugio Città di Sarzana avremo tempo per poterci rilassare sulle sponde del Lago di Monte Acuto prima di un'ottima cena ristoratrice. Una piacevole passeggiata notturna per ascoltare i suoni della notte e la vita che anima il buio della foresta segnerà l'epilogo della giornata prima di addormentarci.
Lunghezza 7 km
Dislivello +570 m -100 m
Durata 6 ore (soste incluse)

Giorno 2
Lasciato il rifugio alle prime luci dell'alba saliamo sul panoramico Monte Acuto 1756m dove, con un po di fortuna, il nostro sguardo spazierà dalla Lunigiana fino al Mar Ligure. In questa suggestiva atmosfera ci gusteremo una ricca colazione a pieno contatto con la natura. Riprendiamo il cammino attraversando pascoli di cavalli bradi e boschi di faggio fino a raggiungere il lago Paludi. Il percorso ci porterà a passare vicino ad un altopiano ricco dì alberi dai rami contorti ed intricati soprannominato dai locali "bosco delle streghe", dove vivremo forse l'esperinza più coinvolgente del nostro trekking. Attraverso attività di Emotional Wilderness si creerà un forte legame con il mondo naturale. Giunti al passo del Lagastrello mancherà poco per gustare un lauto pranzo presso una tipica trattoria di Rigoso dove ci attenderà la buonissima cucina parmense.
Lunghezza 9 km
Dislivello +260 m -730 m
Durata 6 ore (soste incluse)

 


 

PREZZI:

Prezzo ADULTO da 13 anni:

1 persona ->  € 100,00 per persona

da 2 a 3 persone -> € 95,00 per persona

da 4 a 6 persone -> € 90,00 per persona

da 7 a 8 persone -> € 80,00 per persona

 

Prezzo BAMBINO dai 6 ai 12 anni:

1 persona -> € 80,00 per persona 

da 2 a 3 persone -> € 75,00 per persona

da 4 a 6 persone -> € 70,00 per persona

da 7 a 8 persone -> € 65,00 per persona

 

QUOTA FISSA TOTALE per rimborso spese e pernottamento della guida€ 70,00

 

SUPPLEMENTI:

  • Pernottamento in rifugio mezza pensione - Adulto -> € 60,00 / notte / persona
  • Pernottamento in rifugio mezza pensione - Bambino -> € 45,00 / notte / persona

​Inclusioni:

  • accompagnamento guidato e assistenza tecnica per due giorni
  • attività di Emotional Wilderness

​Esclusioni:

  • tutto ciò non indicato nelle inclusioni

​Informazioni aggiuntive:

  • Su richiesta possibilità di pernottamento e mezza pensione presso il rifugio "Città di Sarzana"
  • Su richiesta possibilità di pranzo in trattoria tipica nel borgo di Rigoso
  • Si consiglia abbigliamento a strati, calze e scarponi da trekking, giacca in materiale traspirante, equipaggiamento anti-pioggia, pile, cappello, bastoncini da trekking, borraccia da almeno 1,5 l, pranzo al sacco, sacco letto o sacco a pelo, materiale personale per la notte, binocolo.

Per n° di partecipanti diverso, per gruppi o per maggiori dettagli: compila il modulo

Nome *
Cognome *
Indirizzo E-Mail *
Azienda
Indirizzo
Città
Provincia
Telefono / Cellulare
Fax
Data
Numero adulti *
Numero ragazzi (4-10 anni) *
Numero bambini (0-3 anni) *
Tour effettuato con *

Note o richieste aggiuntive
Invia